Informazioni per i Genitori (Infanzia)

Regolamento Sanitario

I bambini, a tutela di sé stessi e degli altri, possono frequentare il nido solo quando sono in perfette condizioni di salute. La riammissione a scuola del bambino/a dopo 5 giorni di assenza a causa di una malattia infettiva è fatto onere di produrre il relativo certificato medico di guarigione, salvo esoneri da parte di DPCM. In caso di malattia non infettiva è sufficiente presentare una autocertificazione di guarigione sottoscritta.

Qualora nel corso della giornata il bambino presentasse indisposizioni, febbre o altro, l’insegnante provvederà ad avvisare i genitori. Il bambino verrà poi riammesso solo con la presentazione del certificato medico.

Le insegnanti non sono autorizzate alla somministrazione di farmaci.

 

L’alimentazione

La Scuola è dotata di cucina interna e personale qualificato che si occupa della preparazione dei pasti completi e che applica il sistema di autocontrollo HACCP. I menù alimentari utilizzati , per garantire una sana ed equilibrata nutrizione del bambino in rapporto alla sua età ed ai suoi bisogni, viene applicato il menù stabilito dall’A.S.L

Nel caso in cui il bambino presenti intolleranze, allergie alimentari o la necessità di attenersi a particolari diete a seguito di malattie, i genitori dovranno presentare un certificato medico indicante gli alimenti ammessi e quelli non ammessi.

 

Norme Igieniche

 I cinque gruppi di servizi igienici sono a completa disposizione dei bambini. È assolutamente vietato l’uso di tali servizi a tutti i non ammessi (fratellini, amici…) per ovvi motivi di igiene e prevenzione.

 

L’Abbigliamento

 

L’abbigliamento per il bambino/a che frequenta la scuola ,deve essere pratico. L’uso del grembiulino concede al bambino la libertà di compiere le attività proprie della scuola senza la paura di sporcarsi nel manipolare, pittura, sabbia pongo ecc…

 

Assenze per Motivi Familiari

Le assenze per motivi familiari devono essere comunicate al personale  anticipatamente, oppure nei primi giorni dell’assenza anche telefonicamente.

 

PARTECIPAZIONE DEI GENITORI 

 

La comunicazione tra famiglie e servizio viene garantita attraverso vari strumenti:

 

  • Riunione per i nuovi iscritti

Prima dell’inizio dell’anno scolastico viene effettuato un incontro con i genitori dei bambini nuovi iscritti, per fornire informazioni sul servizio, sulle modalità e sui tempi di inserimento.

 

  • Assemblea dei genitori

Viene convocata almeno due volte all’anno dalla Direzione del servizio e in questa occasione viene presentato il progetto educativo didattico e le diverse attività previste.

  

  • Riunioni con i genitori

Sono pianificati degli incontri di sezione con i genitori per fornire informazioni dettagliate sulle modalità organizzative adottate dalle educatrici in un’ottica di condivisione e verifica delle attività proposte. In questa occasione è inoltre prevista l’elezione dei rappresentati di sezione tra i genitori.

 

  • Incontri individuali

Per i bambini nuovi iscritti viene effettuato, all’inizio della fase dell’inserimento, un colloquio tra le educatrici della sezione in cui sarà inserito e i genitori. Questo incontro ha lo scopo di favorire la conoscenza tra le parti e, soprattutto, di acquisire informazioni sul bambino al fine di favorire e facilitare l’inserimento e la sua permanenza al Nido.

E’ sempre, comunque, possibile, durante l’anno scolastico, concordare un colloquio individuale con le educatrici.

 

  • Feste

Nel corso dell’anno scolastico vengono organizzate almeno due iniziative che caratterizzano momenti significativi della vita dei bambini e costituiscono un’occasione di incontro tra tutto il personale ed i genitori. Si organizzano gite e attività didattiche durante l’anno e si partecipano alle iniziative del territorio (es. sfilata di carnevale e altro)

 

INSERIMENTO BAMBINI

AMBIENTAMENTO DEI BAMBINI

L’inserimento è un momento delicato: è il primo distacco ufficiale dalla famiglia, un passaggio di grande impatto emotivo per tutte le persone coinvolte (bambino, la famiglia e le educatrici).

È importante creare una continuità emotiva tra famiglia e nido, attraverso l’andamento progressivo del bambino al nuovo ambiente caratterizzato da elementi di novità e discontinuità.

Il bambino, durante l’ambientamento, ha bisogno di poter contare su punti di riferimento spaziali e relazionali, su scansioni temporali ritualizzate e precise.

Una prima condizione importante è la presenza di un genitore nel primo periodo di frequenza, in modo da offrire al bambino una base sicura perché possa affidarsi alle novità.

Nell’arco di questo periodo il genitore passerà dall’iniziale presenza dentro la sezione al progressivo allontanamento.

Una seconda condizione è la gradualità dei tempi. All’inizio il bambino resterà nel nuovo ambiente solo per poche ore, dopo alcuni giorni consumerà il pranzo, e quindi potrà rimanere a tempo pieno.

 

IL SONNO

Il sonno è una tappa importante per i più piccoli, per un buon ambientamento perché, solo in una situazione di sicurezza emotiva, il bambino sarà in grado di abbandonarvisi.

 

IGIENE E SICUREZZA

Gli ambienti della Scuola dell’Infanzia sono puliti, accoglienti, sicuri ed accessibili ai piccoli utenti. Le condizioni di igiene e sicurezza dei locali, dei servizi e delle attrezzature garantiscono una permanenza confortevole e sicura per i bambini e per il personale. In materia di sicurezza viene rispettata la vigente normativa.

 

COLLEGAMENTI CON ALTRI SERVIZI DEL TERRITORIO

La Scuola dell’Infanzia,, è collegata con i servizi Disabilità e Neuropsichiatria del Distretto Socio sanitario n.14 e con il Dipartimento di Prevenzione dell’Ulss n.14.

È garantito altresì il collegamento con il Nido Integrato, le scuole primarie site sul territorio.

Le attività  didattiche

La progettazione educativo-didattica si avvale di uno sfondo integratore che cambia ogni anno e accompagna i bambini alla scoperta dei diversi laboratori e progetti, che di anno in anno vengono implementati e perfezionati,  quali a titolo esemplificativo e non esaustivo:

LABORATORIO MANIPOLATIVO-CREATIVO
In questo laboratorio si fornirà il tempo, lo spazio e alcuni materiali quali: pennarelli, matite, tempere, pastelli a cera, carta da strappare etc… Il bambino ha un senso immediato del colore che lo rende capace di esprimere la propria personalità con un abilità del tutto spontanea.

 

LABORATORIO DI LETTURA (biblioteca)
Il percorso offre ai bambini l’opportunità di scoprire e analizzare un testo, giocare con le parole e produrre nuove storie e racconti.
La lettura a voce alta e l’ascolto di storie, con e per i bambini, sono momenti ed opportunità di grande importanza per lo sviluppo cognitivo, linguistico e psicologico.

 

LABORATORIO DI PREGRAFISMO E PRESCRITTURA
Il percorso che segue questo laboratorio prevede l’acquisizione della corrispondenza suono-segno e i primi tentativi di scrittura delle lettere alfabetiche in stampatello maiuscolo.
All’inizio verranno proposti numerosi esercizi propedeutici per migliorare il controllo della mano.
Come esperienza di verifica dell’esperienze concrete useremo schede e quaderno, momento di riflessione e simbolizzazione dell’esperienza.

 

LABORATORIO DI PRECALCOLO MATEMATICO
In questo laboratorio verranno affrontati i concetti logico-matematici attraverso un approccio ludico e in un contesto conosciuto e famigliare.
Accompagneremo i bambini alla scoperta dello spazio, della logica e dei numeri.

 

LABORATORIO DI LINGUA STRANIERA
L’insegnamento della lingua inglese è molto importante essendo una delle lingue più diffuse al mondo ed ormai riconosciuto che mettere i bambini a contatto con altre lingue fin dai primi mesi di vita può influenzare oltre che l’apprendimento futuro, anche l’atteggiamento nei confronti di altre culture con conseguenti benefici sul piano linguistico, cognitivo, affettivo e sociale.
Ogni lezione inizia con un canto, importante momento di routine in cui i bambini impareranno semplici espressioni in lingua inglese per salutare e presentarsi (hello/bye-bye), seguito poi da giochi di drammatizzazione e varie canzoni proposte in base all’argomento trattato.

 

LABORATORIO DI PSICOMOTRICITA’
In psicomotricità, il corpo è inteso come espressione della personalità posto in relazione con sé stesso, con gli altri e con l’ambiente, utilizzando un proprio linguaggio che caratterizza ogni singolo individuo.
In ogni attività è importante l’apprendimento “senza” insegnamento; all’interno di esso i bambini dovrebbero mettersi alla prova, imparare dai propri errori e sperimentare nuove strategie.

LABORATORIO DI RELIGIONE
In questo laboratorio i bambini saranno accompagnati a conoscere le tappe fondamentali della vita di Gesù, attraverso drammatizzazioni, storie e canzoni.

Offerta Formativa

La Scuola dell’Infanzia è un servizio educativo e sociale di interesse pubblico che risponde alle esigenze dei bambini da tre a sei anni, favorendo l’armonico sviluppo psicofisico e l’integrazione sociale in collaborazione con le famiglie e promuovendo la cultura della prima infanzia secondo le direttive ministeriali opera in piena integrazione con i servizi culturali e socio-sanitari territoriali. 

 

Consente alle famiglie l’affidamento e l’educazione dei figli alle Insegnanti, dotate di una specifica competenza professionale e di regolare titolo di studio, così come previsto dalla normativa vigente.

  

La scuola dell’Infanzia sostiene, stimola e orienta lo sviluppo globale del bambino, offrendo la possibilità di sperimentare, conoscere, creare seguendo il metodo montessoriano. È un luogo dove il bambino può costruire legami affettivi significativi in un ambiente emotivamente rassicurante, pensato per lui. In particolare, esso si propone di:

  • offrire un contesto educativo qualificato che permetta al bambino una crescita equilibrata ed armonica dal punto di vista affettivo, emotivo, sociale, cognitivo e il raggiungimento di una propria autonomia.

  • affiancare la famiglia, ponendosi come luogo di confronto e di scambio istituendo gli organi di partecipazione che permettono ai genitori di eleggere i loro rappresentanti all’interno di ogni sezione.;

  • favorire la creazione di una rete educativa che, ponendo il bambino al centro, possa collegare tra loro la stessa Scuola dell’Infanzia il Nido Integrato,la Scuola Primaria la famiglia,e tutte le altre agenzie educative legate alla Prima Infanzia, nel rispetto di un'armonia educativa che è fondamentale per uno sviluppo equilibrato del bambino;  

  • ricercare e favorire una continuità educativa e di intenti rispetto a quanto verrà proposto ai bambini alla Scuola Primaria.

prevenire e individuare precocemente eventuali situazioni di difficoltà e di svantaggio psico-fisico e socio-culturale.

Attività della Scuola dell' Infanzia

L’attività della Scuola dell’ Infanzia si colloca all’interno del Progetto Educativo, che fissa le linee di indirizzo, le modalità operative e le motivazioni delle scelte effettuate dal Collegio Docenti.
Il progetto educativo viene tradotto in azioni concrete con la programmazione educativa annuale che definisce tempi, modalità di intervento, strumenti, documentazione e verifica delle attività

svolte con i bambini. La programmazione è compito professionale del gruppo di equipe educativa della Scuola dell’ Infanzia.
Le molteplici attività di laboratorio, di sezione e di intersezione che si svolgono, sono necessarie per stimolare nel bambino la conoscenza e l’apprendimento e la curiosità.  L’importanza del gioco libero risiede nel godimento immediato e diretto che il bambino ne trae e costituisce uno strumento importante per la socializzazione e per la creatività.. La programmazione educativa delle attività ha origine dalle indicazioni curricolari emanate dal Ministero  
Tutti i momenti della giornata sono “Attività”, cioè diventano occasioni di esperienza affettiva, cognitiva e di gioco.
Particolare attenzione è rivolta ai campi di esperienza

  • Il se e l’altro. 

  • Linguaggi, creatività,espressione.

  • I discorsi e le parole.

  • Il corpo me il movimento.